Guida Sicura

Guida  sicura  :

 

Una buona guida sicura è data dalla conoscenza  del Codice della Strada  e dal rispetto delle norme in esso contenute.

 

Il Codice della Strada è un complesso di norme  emanate per regolare la circolazione stradale dei pedoni, dei veicoli,  e degli animali.

 

Ogni Stato definisce il contenuto e le modalità di esecuzione e di attuazione di tali norme in base al proprio ordinamento interno e agli accordi internazionali.

 

Per ulteriori informazioni consultare il nuovo Codice della Strada 2011: http://www.piemmenews.it/index.php?option=com_mtree&task=listcats&cat_id=105&Itemid=7

 

 

Molteplici sono i fattori che determinano una guida sicura.

 

Questa inizia ancor prima della messa in moto dell'automobile.

E' fondamentale, infatti,  assicurarsi che il mezzo sia efficiente,  il conducente è chiamato a fare dei continui controlli e riparare eventuali danni.

 

Buona regola è informarsi sulle condizioni climatiche e le condizioni stradali soprattutto quando si affrontano lunghi viaggi.

 

Fattori di rischio come  neve, nebbia, pioggia, ghiaccio e asfalto bagnato, spesso sottovalutati, incrementano di gran lunga la possibilità di avere un incidente stradale, con gravi conseguenze per se e per gli altri.

 

 

 

 

Divieto dell'utilizzo del cellulare:

Guidare l'utilizzando  il  cellulare senza l'ausilio del  auricolare  o del vivavoce  è vietato dall'art. 173 del Codice della Strada, in quanto riduce notevolmente il livello di  attenzione e concentrazione di chi guida.

 

La trasgressione di  tale articolo è soggetta alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da Euro 148 a Euro 594 nonchè alla decurtazione di 5 punti dalla patente di guida.

 

La sanzione puo' incrementare  con la sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi se nel corso di un biennio il  il trasgressore commette un'ulteriore
 infrazione.

 

Per ulteriori approfondimenti vedi art.173 del Codice della Strada.

 

 

Distanze di sicurezza :

La distanza di sicurezza è  determinata dalla distanza minima che si deve mantenere dal veicolo che ci precede per evitare di tamponarlo.

Da fattori quali la velocità, le condizioni del manto stradale, dalle condizioni del veicolo,dal traffico,dal carico, dalla visibilità, dalle condizioni ambientali e dal tempo di reazione del guidatore.

E' quindi impossibile determinare una distanza di sicurezza valida per ogni situazione.

Il mancato rispetto delle distanze di sicurezza è  punito  con il  pagamento di una somma da euro 39 a euro 159  come previsto dall'art.149 del codice della strada.

 

Per ulteriori approfondimenti vedi art.149 del Codice della Strada.

 

 

Obbligo dell'utilizzo delle  cinture  di sicurezza:

L'obbligo dell'utilizzo delle cinture di sicurezza è sancito l'art.172 del Codice della Strada.

Tutti i conducenti hanno il dovere di accertarsi dell'efficienza  di tali dispositivi.

L' obbligo  di legge impone che tutti i passeggeri    occupanti autovetura indossino le cinture di sicurezza che proteggono le persone dalle conseguenze degli urti provocati dagli incidenti.

Verificare sempre che le cinture di sicurezza vengano utilizzate seguendo la corretta procedura.
Per i trasgressori sono previsti pene pecuniarie e 5 punti di penalizzazione sulla patente.

 

Per ulteriori approfondimenti vedi art.172 del Codice della Strada.

 

Utilizzo del casco:

L'uso del casco è obbligatorio secondo l'attuale  Codice della Strada art.171 per:

Tutti i conducenti e passeggeri di ciclomotori e motocicli, sia maggiorenni che minorenni .

I conducenti e i passeggeri di motocarrozzette e di motocicli (comprese le forze di polizia ed i conducenti di moto d'epoca durante la manifestazioni).

Il casco deve essere indossato e allacciato in modo corretto, per ridurre pericolose lesioni o fratture alla testa in caso di incidente.

 

Per ulteriori approfondimenti vedi art.171 del Codice della Strada.

 

Fumare in auto rischi per la guida sicura :

Le operazioni  più frequenti eseguite dal guidatore e ritenute pericolose per una  guida sicura che determinano un calo della concentrazione sono le seguenti:

  • Accendere la sigaretta
  • Riporre l'accendino
  • Fumare
  • Spegnere la sigaretta
  • Cercare e prendere il pacchetto di sigarette, prelevare la sigaretta, cercare e prendere l'accendino.
  • Irritazione degli occhi e delle mucose dell'apparato respiratorio.

 

 

 

Disposizione  degli oggetti a bordo :

 

Qualsiasi oggetto inserito all'interno del nostro mezzo, deve essere correttamente posizionato in maniera da non essere fonte di pericolo per chi guida.

E' necessario valutare  che gli oggetti  a bordo  non ostruiscano il campo visivo, o possano interferire con le manovre di guida.

Giusta collocazione degli animali :

L'art. 169 del Nuovo Codice della Strada consente di trasportare liberamente in auto un solo cane, purché non costituisca pericolo o intralcio per il conducente dell'auto (quindi deve stare comunque sul sedile posteriore). E' consentito inoltre il trasporto di un numero superiore di animali se questi vengono custoditi nel vano posteriore dell'auto appositamente diviso da una rete o da altro mezzo analogo; oppure tenendo gli animali (se di piccola taglia) negli appositi "contenitori da trasporto".

 

Per ulteriori approfondimenti vedi art.169 del Codice della Strada.

 

Fattori di rischio che possono incidere sulla guida sicura :

 

Condizioni di stress:

 

Guidare imbottigliati nel traffico causa stress, ne  soffrono sia  gli uomini  che le donne, gli automobilisti maschi  sono vittima di un atteggiamento “attacca o fuggi” che non sono in grado di controllare che produce stress e aggressività nell’abitacolo. Alla lunga, stress, ansia e rabbia provocherebbero riduzione delle difese immunitarie, aumento della pressione sanguigna e del tasso glicemico. Non solo: un effetto collaterale preoccupante di questo “disturbo da traffico” è il calo dell’attenzione per chi è alla guida.

 

Condizioni  del manto stradale:

Le condizioni del fondo stradale hanno una enorme influenza sulla guida sicura  ed è importante  saper individuare in anticipo le zone in cui la tenuta di strada è ridotta in modo da adeguare velocità e traiettoria. Per esempio: 

- Attenzioni ai microclimi locali, cioè ai tratti di strada con caratteristiche che favoriscono condizioni di scarsa aderenza. I tratti in ombra restano bagnati a lungo (dopo una pioggia), o possono essere gelati anche se il resto della strada è pulito (in inverno).  Occhio alle fronde spioventi, che gocciolano anche molto tempo dopo che la pioggia è finita, così come a ponti e tratti di strada esposti al vento, che sono in genere più freddi e dove d'inverno l'asfalto rimane gelato molto a lungo.

Se vedete una cava, un cantiere edile o una grossa azienda agricola (osservazione a lungo e medio raggio) preparatevi: davanti all'ingresso la strada è spesso sporca di sabbia, fango o polvere, mentre mezzi pesanti e rimorchi agricoli possono lasciare dietro di loro una scia di detriti assortiti, niente di simpatico per le vostre gomme (pensate ad un rimorchio carico di granaglie). 

- In corrispondenza dei distributori di benzina si possono trovare per strada macchie di carburante lasciate da chi ha riempito troppo il serbatoio, nonché autisti distratti che svoltano o si immettono nel traffico senza frecce e senza guardare. Le pozzanghere sono molto pericolose in quanto è difficile valutarne la profondità. Evitatele, o se proprio non potete fare a meno di attraversarle, fatelo a bassa velocità. 

D'inverno valutare  le canalette di scolo (osservazione a medio raggio). Una canaletta tappata crea un rigagnolo d'acqua in mezzo alla strada, che con temperatura molto bassa, si trasforma in un pericoloso strato di ghiaccio. 

Gli asfalti non sono tutti uguali. In generale, asfalti lucidi offrono meno tenuta di quelli opachi e quelli troppo sgranati sono peggiori di quelli compatti.

Per la segnaletica orizzontale le cose sono più semplici: è sempre molto scivolosa, e con la pioggia offre il grip di una saponetta di teflon.

 

Rispetto della segnaletica stradale :

 

L’utente della strada è tenuto ad osservare i comportamenti imposti dalla segnaletica stradale e dagli agenti del traffico.

Per ulteriori approfondimenti vedi art.146 del Codice della Strada.

 
Share